Cinta muraria tra il forte Cardeto e la lunetta Santo Stefano

Foto d'epoca e attuali

Porta Cavour dall'esterno
Porta Cavour dall'esterno
press to zoom
Porta Cavour dall'interno
Porta Cavour dall'interno

Dietro, il palazzo delle Poste

press to zoom
Porta Cavour dall'interno
Porta Cavour dall'interno
press to zoom
Cinta muraria e porta Cavour
Cinta muraria e porta Cavour

Piazza Cavour è sulla sinistra; di fronte (l'attuale Largo XXIV Maggio) era occupato da una grande piazza d'armi. Si vede la cinta muraria scendere dal forte Cardeto e risalire fino alla lunetta Santo Stefano. Si vede anche la piazzola, sopra la mura, per la batteria Calamo.

press to zoom
Il nuovo Viale e porta Cavour
Il nuovo Viale e porta Cavour

In fondo, porta Cavour. Si nota come il livello del suolo si sia notevolmente alzato con le nuove costruzioni degli anni '20.

press to zoom
Demolizione delle mura sul Cardeto
Demolizione delle mura sul Cardeto

Lavori di demolizione delle mura nel tratto che scendeva dal Cardeto. La zona rappresentata ricade oggi all'interno del nuovo complesso residenziale Umberto I. In fondo si vede Piazza Cavour e la sua statua.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nell'attuale Largo Cappelli, davanti all'Umberto I.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nella ripida discesa che unisce Largo Cappelli con Piazza Cavour. Quella che si vede è una sezione del muro, di cui se ne apprezza l'imponenza.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nell'attuale via Frediani. Si apprezza il grosso spessore della mura, che sono qui viste in sezione.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Si vede sulla destra il Palazzo delle Poste ed il primo edificio dell'attuale Viale della Vittoria.

press to zoom
Demolizione di Porta Cavour
Demolizione di Porta Cavour
press to zoom
Demolizione delle mura.
Demolizione delle mura.

Lavori di demolizione delle mura nel tratto adiacente a Piazza Cavour. Si nota che il fossato è stato interrato, il livello generale del suolo si è alzato e rimane la batteria Calamo. Tale batteria, come si vede in altre foto, era costruita sopra la mura, ma in questa fase la mura è stata praticamente tutta interrata.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Si intravedono gli ultimi tratti di mura rimasti e la batteria Calamo, che sorgeva sopra la mura. Il livello del suolo si è alzato.

press to zoom
Scaglioni di Santo Stefano
Scaglioni di Santo Stefano

In alto, la lunetta Santo Stefano. Nella rupe su cui sorgeva la mura, ora passano via Vittorio Veneto, via Redipuglia e via Oslavia. Gli edifici in questa foto in costruzione sono tutt'oggi presenti. Nell'angolo in basso a sinistra della foto si aprirà poi la galleria Risorgimento.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nel tratto degli scaglioni di Santo Stefano. Si vede che è stata aperta una breccia provvisoria in corrispondenza dell'attuale via Oslavia. A valle, si vede che la demolizione è completata, ma rimane ancora superstite la batteria Calamo, che sorgeva in posizione sopraelevata rispetto alla mura.

press to zoom
Lavori di demolizione delle mura
Lavori di demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nel tratto degli scaglioni di Santo Stefano. Si vede che è stata aperta una breccia provvisoria in corrispondenza dell'attuale via Oslavia. A valle, si vede che la demolizione è completata, ma rimane ancora superstite la batteria Calamo, che sorgeva in posizione sopraelevata rispetto alla mura.

press to zoom
Demolizione delle mura
Demolizione delle mura

Lavori di demolizione delle mura nel tratto degli scaglioni Santo Stefano

press to zoom
Ruderi basamento porta Cavour
Ruderi basamento porta Cavour

Questa foto databile anni '60 mostra i lavori per la realizzazione del canale collettore di acque piovane. Durante le opere vennero ritrovati i ruderi del basamento di porta Cavour. Questa zona è quella dove adesso ci sono le strisce pedonali tra Piazza Cavour e Largo XXIV Maggio.

press to zoom
Inizio delle mura, forte Cardeto
Inizio delle mura, forte Cardeto

Primissimo tratto di mura che si staccano da forte Cardeto, sullo sfondo.

press to zoom
Lavori all'area ex Umberto I
Lavori all'area ex Umberto I

Durante i lavori di trasformazione dell'area Umberto I da ospedale a complesso residenziale, sono spuntati nuovi tratti di mura che dal forte Cardeto scendevano verso porta Cavour per poi risalire verso la lunetta Santo Stefano. L'apertura che si vede è certamente posticcia ed era usata come magazzino per cartelle cliniche.

press to zoom
Lavori all'area ex Umberto I
Lavori all'area ex Umberto I

Durante i lavori di trasformazione dell'area Umberto I da ospedale a complesso residenziale, sono spuntati nuovi tratti di mura che dal forte Cardeto scendevano verso porta Cavour per poi risalire verso la lunetta Santo Stefano. L'apertura che si vede è certamente posticcia ed era usata come magazzino per cartelle cliniche.

press to zoom
Lavori all'area ex Umberto I
Lavori all'area ex Umberto I

Durante i lavori di trasformazione dell'area Umberto I da ospedale a complesso residenziale, sono spuntati nuovi tratti di mura che dal forte Cardeto scendevano verso porta Cavour per poi risalire verso la lunetta Santo Stefano. L'apertura che si vede in alto a destra è certamente posticcia ed era usata come magazzino per cartelle cliniche.

press to zoom
Lavori all'area ex Umberto I
Lavori all'area ex Umberto I

Durante i lavori di trasformazione dell'area Umberto I da ospedale a complesso residenziale, sono spuntati nuovi tratti di mura che dal forte Cardeto scendevano verso porta Cavour per poi risalire verso la lunetta Santo Stefano.

press to zoom
Archivio Genio Civile
Archivio Genio Civile

Il Genio Civile è l'edificio bianco con un cancello basso di fronte all'ingresso dell'ex Liceo Savoia. Il livello del suolo si è nettamente alzato e la cinta muraria oggi rimane nei suoi sotterranei e i suoi vani sono usati come archivio.

press to zoom
Archivio Genio Civile
Archivio Genio Civile

Il Genio Civile è l'edificio bianco con un cancello basso di fronte all'ingresso dell'ex Liceo Savoia. Il livello del suolo si è nettamente alzato e la cinta muraria oggi rimane nei suoi sotterranei e i suoi vani sono usati come archivio.

press to zoom
Archivio Genio Civile
Archivio Genio Civile

Il Genio Civile è l'edificio bianco con un cancello basso di fronte all'ingresso dell'ex Liceo Savoia. Il livello del suolo si è nettamente alzato e la cinta muraria oggi rimane nei suoi sotterranei e i suoi vani sono usati come archivio.

press to zoom
Scaglione in via Redipuglia
Scaglione in via Redipuglia

In via Redipuglia è ancora visibile un tratto di mura degli scaglioni Santo Stefano, ampiamente rimaneggiato, in quanto ricadente in una proprietà privata.

press to zoom
Scaglione in via Redipuglia
Scaglione in via Redipuglia

In via Redipuglia è ancora visibile un tratto di mura degli scaglioni Santo Stefano, ampiamente rimaneggiato, in quanto ricadente in una proprietà privata.

press to zoom
Interno scaglioni Santo Stefano
Interno scaglioni Santo Stefano

Tra via Redipuglia e via Vittorio Veneto (parte alta), dentro una proprietà privata, rimane ancora un tratto di mura integro, camminamento e casematte perfettamente integre. Foto di Gianluca Mainiero, della rivista L'Urlo

press to zoom
Interno scaglioni Santo Stefano
Interno scaglioni Santo Stefano

Tra via Redipuglia e via Vittorio Veneto (parte alta), dentro una proprietà privata, rimane ancora un tratto di mura integro, camminamento e casematte perfettamente integre. Foto di Gianluca Mainiero, della rivista L'Urlo

press to zoom
Interno scaglioni Santo Stefano
Interno scaglioni Santo Stefano

Tra via Redipuglia e via Vittorio Veneto (parte alta), dentro una proprietà privata, rimane ancora un tratto di mura integro, camminamento e casematte perfettamente integre. Foto di Gianluca Mainiero, della rivista L'Urlo

press to zoom
Interno scaglioni Santo Stefano
Interno scaglioni Santo Stefano

Tra via Redipuglia e via Vittorio Veneto (parte alta), dentro una proprietà privata, rimane ancora un tratto di mura integro, camminamento e casematte perfettamente integre. Foto di Gianluca Mainiero, della rivista L'Urlo

press to zoom
Ultimo tratto di mura
Ultimo tratto di mura

Ultimo tratto di mura prima della lunetta Santo Stefano.

press to zoom
Unione della mura alla lunetta
Unione della mura alla lunetta

Via Vittorio Veneto, nel tratto dove la mura (a destra; vedi foto precedente) si unisce alla lunetta Santo Stefano (a sinistra).

press to zoom
Lunetta Santo Stefano
Lunetta Santo Stefano

Sotto la striscia verticale di edera allo spigolo della lunetta Santo Stefano, l'attacco della mura alla lunetta stessa.

press to zoom
Pianta del tratto di mura
Pianta del tratto di mura

A sinistra, forte Cardeto. A destra, la lunetta Santo Stefano con la caratteristica forma a punta di freccia. Al centro, porta Cavour.

press to zoom
Pianta e sezione delle mura
Pianta e sezione delle mura

Fonte: ISCAG

press to zoom
Prospetto Porta Cavour
Prospetto Porta Cavour

Fonte: ISCAG

press to zoom