Campo Trincerato - anni '70 circa

La scalinata di tubi Innocenti visibile nelle foto della Regione Marche era collocata sul saliente del bastione del Giardino della Cittadella, dove oggi sono presenti, anche se periodicamente vengono rimosse, alcune funi per accedere clandestinamente alla fortezza arrampicandosi sulla faccia orientale del bastione, sfruttando il dislivello minimo che lì si crea tra le due fortificazioni grazie alla giustapposizione del terrapieno del cavaliere del Campo Trincerato sulle mura del bastione della fortezza. La scala fu eliminata verso la metà degli anni Ottanta, stante il dilagante fenomeno degli accessi abusivi alla Cittadella, già fatiscente.

Non sappiamo dire se la scalinata fosse stata ereditata dagli anni in cui la zona era ancora militare. Riteniamo però che i militari si tenessero bene alla larga dal Campo Trincerato, all'epoca ancora disseminato di bombe inesplose risalenti all'allora recente secondo conflitto mondiale. L'ultimo comandante di stanza alla Cittadella prima della sua smilitarizzazione riferì infatti di aver sovrainteso personalmente, agli esordi degli anni Settanta, alle operazioni di sminamento prodromiche alla consegna della fortificazione al Comune di Ancona.

Forse invece la scala fu realizzata dopo la smilitarizzazione, in un primissimo scorcio di gestione comunale del comprensorio, quando ancora si prospettava l'ipotesi di fruizione dell'intero complesso. Va infatti ricordato che alla Cittadella (sia nel parco che nella Cittadella vera e propria), sul finire degli anni Settanta, si svolse una memorabile edizione della Festa de L'Unità. Presso l'edificio della fuciliera furono allestiti alcuni stand, accessibili appunto dalla scalinata in tubi immortalata nelle immagini pubblicate dalla Regione.